Tutto sui programmi fedeltà… per golosi

Che cosa sono i programmi fedeltà per golosi? Le strategie di fidelizzazione sono cambiate nel corso del tempo. Da quando ormai il web è diventato il principale mezzo per fare shopping o prenotare il proprio cibo e le consegne delivery, abbiamo l’occasione di scoprire i programmi fedeltà, che avevamo un po’ perso il loro appeal nel corso degli ultimi tempi.

Programmi fedeltà per golosi

Il trend del food non è mai stato tanto attuale. Di certo c’è stato un cambiamento radicale nelle abitudini dei clienti, soprattutto perché stanno sperimentando un nuovo modo di ordinare online. Quando prima magari volevamo ordinare una pizza da asporto, dovevamo telefonare alla pizzeria.

Oggi non è più così, perché esistono delle piattaforme che hanno velocizzato il processo e che permettono di prenotare anche con largo anticipo e per l’orario desiderato. Si dimezzano i tempi di attesa, ma non solo: la comodità è indubbiamente elevata.

Tuttavia, le idee di marketing non si sono fermate qui, perché ovviamente il settore si è fatto sempre più competitivo ed è ovviamente importante rispondere alle esigenze della clientela in modo immediato. Per questo motivo sono stati creati i programmi fedeltà per golosi: una raccolta punti che consente di risparmiare sul lungo termine.

Come risparmiare sul delivery?

Dal momento in cui il delivery è così tanto utilizzato, è importante evitare di spendere troppo. Come fare? Le aziende coinvolte sono migliaia in tutto il territorio italiano. In ogni regione, i numeri del delivery sono in netto aumento, non solo nelle metropoli, ma anche nei paesi.

Un modo molto interessante per risparmiare è accedere al programma fedeltà Take2Me. In poche parole si va a premiare la fedeltà dei clienti: per ogni tot speso, si potranno ricevere dei punti, che poi saranno ovviamente convertiti in buoni sconto da usare nei locali.

C’è da dire che il trend del food non accennerà a finire, ed è sempre stato uno dei settori più importanti. Il motivo? È semplice: molti di noi non mangiano perché devono, ma perché piace farlo, soprattutto quando magari c’è da provare un nuovo ristorante o un piatto speciale, di cui non si era mai sentito parlare prima d’ora!